Produzione Fumi Colorati

Alcuni pirotecnici usano mettere dentro alle bombe aeree di giorno dei piccoli cartocci riempiti di una certa miscela che nella sua combustione produce un fumo colorato quale ornamento alla bomba.
Per la produzione di questi fumi, le sostanze più usate sono le coloranti organiche, parecchie delle quali sono volatili.
Danno affidamento i coloranti al tino, quelli basici, i contenenti dei gruppi nitro e gli azotici insolubili.

Il colorante viene mescolato con la composizione di un prodotto combustibile e di un comburente: zucchero di latte 25-30% con clorato potassio 25-35 %.
I coloranti più adatti per i fumi sono:
per i rossi: Rodamina B; Rosso para;
per i gialli: Auramina O unita a poca Crisoidina;
Per fumi blu: l’Indaco.
Fumo verde
Clorato potassico
Zucchero di latte
Auramina O
Indaco

Il colorante, prima di essere miscelato alla composizione, dovrebbe essere diluito con una identica quantità di Cloruro ammonito che contribuirebbe a formare il fumo e nel medesimo tempo abbasserebbe
la temperatura di combustione impedendo anche la distruzione di una parte del colorante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.